kara-age di salmone al curry

kara-age di salmone al curry

La parola giapponese kara-age (pronuncia “cara-aghe”) identifica grosso modo dei bocconcini di carne o pesce, solitamente marinati e fritti in olio. Esistono numerose versioni di kara-age: la più famosa è sicuramente il kara-age di pollo, conosciuta abbondantemente anche fuori dal Giappone.  La ricetta di oggi 

harumaki (involtini primavera con gamberetti)

harumaki (involtini primavera con gamberetti)

Gli involtini, niente di più semplice ed universale: un quadrato di pasta, farcito con un ripieno e chiuso a regola d’arte. Gli involtini primavera, seppure con parecchie varianti nella forma e negli ingredienti, sono diffusi in buona parte dell’Asia. In Giappone prendono il nome di 

chan-chan yaki (salmone stufato con verdure e miso)

chan-chan yaki (salmone stufato con verdure e miso)

Questo piatto, abbastanza comune sulle tavole giapponesi, è originario di Hokkaido, l’isola più settentrionale del Giappone. Si tratta di una cucina semplice e tradizionale legata ai sapori del mare e della terra: il salmone, di cui i mari dell’isola sono ricchi, viene cucinato con le 

satsuma-aghe (polpette di surimi fritto alla giapponese)

satsuma-aghe (polpette di surimi fritto alla giapponese)

Il surimi, quello autentico, è una polpetta di pesce dalla polpa bianca, ricavata normalmente dai filetti di merluzzo o di sardine e alici. Letteralmente significa polpa macinata, dove “mi” è la polpa di pesce, e“suri” è il classico mortaio giapponese, sui cui canaletti interni veniva tritato il pesce con il 

cos’è il surimi e come prepararlo in casa

cos’è il surimi e come prepararlo in casa

Molti avranno sentito parlare del surimi giapponese, e probabilmente alcuni lo avranno anche provato. Facciamo subito una precisazione: quello in vendita qui in Italia è una preparazione a base di pesce, a cui viene data una forma cilindrica ed una colorazione arancio all’esterno che dovrebbe 

tataki di tombarello

tataki di tombarello

Il tombarello è un pesce della famiglia dei tonni, ma più piccolo, dalla carne rossastra e molto saporita. Qui in Italia non è molto diffuso, ma lo si può facilmente trovare nelle pescherie più fornite ed in alcune catene di supermercati. In Giappone questo pesce 

sardine impanate nel panko e fritte

sardine impanate nel panko e fritte

Il piatto di oggi non sembrerebbe propriamente un piatto giapponese, ma nella cucina giapponese casalinga è davvero molto comune. Per preparare questa frittura, in Giappone certo non manca la materia prima, che in effetti c’è in abbondanza: il pesce azzurro (alici, sardine, suri etc…). Rispetto 

oden (zuppa invernale giapponese)

oden (zuppa invernale giapponese)

Oggi voglio scrivere di un signor piatto invernale: sua maestà Oden. Nelle serate più fredde, questo è un immancabile piatto conviviale che riscalda l’animo. Quasi sconosciuto in Italia, è invece un piatto molto popolare in Giappone, dove esistono diverse ricette regionali, oltre alle versioni “casalinghe”, che 

involtini di salmone affumicato e daikon

involtini di salmone affumicato e daikon

In Giappone la combinazione di “rosso e bianco” si usa per le celebrazioni e per i lieti eventi. In questo piatto i due colori sono presenti nel rosso del salmone e nel bianco del daikon. Il daikon è una verdura giapponese appartenente alla famiglia delle 

alga hijiki con tofu fritto e carote

alga hijiki con tofu fritto e carote

Le alghe sono un alimento piuttosto comune sulle tavole giapponesi. La varietà più conosciuta in Italia è l’alga wakame, di colore verde smeraldo, usata spesso come ingrediente delle zuppe di miso. Ancora poco conosciuta da queste parti è invece l’alga hijiki, anche se con un