ricette e racconti di viaggio di una famiglia italo giapponese

anko (marmellata di fagioli azuki rossi)

anko (marmellata di fagioli azuki rossi)

cos’è l’anko?

L’anko è una sorta di marmellata ricavata dai fagioli rossi azuki. In Giappone è molto diffusa e la si può trovare praticamente ovunque, in vendita in comodi vasetti oppure, più frequentemente, come farcitura di diversi dolci tradizionali.

Uno tra tutti è il dorayaki (“dora” in giapponese è un tipo di gong), che consiste in due piccoli dischi simili a pancake, con all’interno una generosa farcitura di anko.

 

fagioli rossi azuki
fagioli rossi azuki

 

E’ possibile preparare l’anko in casa, basta avere fagioli rossi azuki, zucchero e un po’ di pazienza, perché la cottura è particolare e richiede un po’ di attenzione.

Oltre che per i dolci della tradizione giapponese, si può usare l’anko per una colazione diversa, spalmandolo sul pane assieme al burro. Oppure da provare sono anche i pancake con anko e panna montata. E come non gustare l’anko assieme al gelato alla vaniglia? Le possibilità di utilizzo sono davvero tante…




come si prepara l’anko?

La cottura dei fagioli azuki rossi è diversa da quella degli altri fagioli. Qui sotto spieghiamo come preparare un anko tradizionale.

Qualche consiglio pratico:

  • non è necessario l’ammollo dei fagioli;
  • è opportuno cambiare l’acqua di cottura un paio di volte appena raggiunta l’ebollizione, perché i fagioli rilasciano inizialmente una sostanza tannica che altrimenti li renderebbe amarognoli;
  • lo zucchero va aggiunto solo a cottura terminata, cioè quando i fagioli saranno perfettamente morbidi, altrimenti indurirà i fagioli;
  • un pizzico di sale a cottura ultimata aiuta a esaltare il sapore dell’anko;
  • con la dose di questa ricetta si ottengono circa 500 gr di anko: se avanza, è possibile conservarlo in frigo per qualche giorno o anche congelarlo.

 

 

ingredienti

  • 250 gr di fagioli azuki rossi
  • 250 gr di zucchero di canna
  • 350 ml di acqua per la cottura finale con lo zucchero
  • mezzo cucchiaino di sale

 

preparazione

1) in una pentola versare i fagioli in abbondante acqua fredda non salata e portare a ebollizione

 

2) appena raggiunta l’ebollizione, scolare i fagioli. Ripetere l’operazione dei punti 1) e 2) 

 

3) per la terza volta versare i fagioli in abbondante acqua fredda, portare a ebollizione e cuocere per circa 40-50 minuti finché i fagioli non saranno morbidi; se necessario aggiungere acqua in modo da tenere sempre coperti i fagioli

4) scolare i fagioli a fine cottura

5) in una pentola versare i fagioli cotti, aggiungere lo zucchero di canna, un pizzico di sale, 350 ml d’acqua e cuocere a fuoco morbido circa 10-15 minuti

6) spegnere il fuoco poco prima che il liquido residuo si sia del tutto ritirato; mescolare i fagioli schiacciandoli leggermente con un cucchiaio di legno e lasciar riposare




ricette con anko

Cliccando sul nome in grassetto si va alla pagina della ricetta
ohaghi
OHAGHI

Un classico tra i dolci tradizionali giapponesi: una polpetta di riso ricoperta da un generoso strato di anko

dorayaki
DORAYAKI

Due dischi simili a pancake racchiudono una deliziosa farcitura di anko