ricette e racconti di viaggio di una famiglia italo giapponese

anko (marmellata di fagioli azuki)

anko (marmellata di fagioli azuki)

In Giappone questa marmellata di fagioli rossi azuki è molto diffusa e la si può trovare praticamente ovunque, in vendita in comodi vasetti oppure, più frequentemente, come farcitura di diversi dolci tradizionali. Uno tra tutti è il dorayaki (“dora” in giapponese è il grande gong dei templi), che consiste in due piccoli dischi simili a pancake, con all’interno una generosa farcitura di anko.

E’ possibile preparare anko in casa, basta avere fagioli rossi azuki, zucchero e un po’ di pazienza, perché la cottura è lenta, al pari di preparare una marmellata a base di frutta. Per una colazione diversa, potete spalmare anko e burro sul pane; da provare anche i pancake con anko e panna montata. E come non provare anko assieme al gelato alla vaniglia? Le possibilità di utilizzo sono davvero tante…

Qualche consiglio pratico:

  • non è necessario l’ammollo;
  • è opportuno cambiare l’acqua di cottura almeno una volta, perché i fagioli rilasciano inizialmente una sostanza tannica che li rende amarognoli;
  • lo zucchero va aggiunto solo a cottura terminata, cioè quando i fagioli saranno perfettamente morbidi, altrimenti lo zucchero indurirà i fagioli;
  • un pizzico di sale a cottura ultimata aiuta a esaltare il sapore dell’anko;
  • con la dose di questa ricetta si ottengono circa 500 gr di anko: se avanza, è possibile conservarlo in frigo per qualche giorno o anche congelarlo.
fagioli rossi azuki

 

ingredienti

  • 200 gr di fagioli rossi azuki
  • 250 gr di zucchero di canna
  • un pizzico di sale

 

preparazione

  1. lavare i fagioli in acqua corrente
  2. versare i fagioli in una pentola e portare a ebollizione circa 1,5 lt di acqua non salata; scolare i fagioli e tenere da parte
  3. sciacquare la pentola, versare i fagioli e coprirli con nuova acqua e portare a ebollizione
  4. cuocere a fiamma bassa, reintegrando l’acqua quando si ritira sotto il livello dei fagioli
  5. a cottura ultimata (quando cioè è possibile schiacciare un fagiolo con una leggera pressione delle dita), aggiungere lo zucchero e continuare la cottura mescolando di tanto in tanto per 5-10 minuti
  6. spegnere la fiamma, aggiungere un pizzico di sale e schiacciare i fagioli con un cucchiaio di legno fino ad ottenere la consistenza desiderata e lasciar raffreddare.