ricette e racconti di viaggio di una famiglia italo giapponese

tonnarelli cacio e pepe

tonnarelli cacio e pepe

Questo piatto è un classico della tradizione romana e laziale. Solo tre ingredienti: pasta, pecorino e pepe. Preparare un buon piatto di cacio e pepe può sembrare estremamente semplice ma in realtà non lo è affatto. Ecco perché.

I formaggi contengono proteine e grassi animali. Più sono stagionati, minore è la quantità di acqua al loro interno. Per sciogliere a regola d’arte un formaggio bisogna sapere a che temperatura lo stiamo scaldando e quanta acqua dobbiamo aggiungere. Qual’è il rischio più comune? Il formaggio non fonde bene lasciando dei grumi o, peggio ancora, dopo essersi sciolto comincia a riaddensarsi separandosi per sempre dall’acqua… e addio cremina.

Per questo piatto noi abbiamo usato un Pecorino Romano semi-stagionato. Lo abbiamo grattugiato in una ciotola, abbiamo aggiunto acqua di cottura della pasta in tre riprese, e mescolato con un frustino fino ad ottenere la cremina omogenea che vedete nella foto. Abbiamo lessato la pasta in poca acqua, scolata indietro di un paio di minuti e finito di cuocerla in una padella con pochissima acqua di cottura e pepe macinato. Infine la cremina: aggiunta alla pasta a fuoco spento, amalgamato il tutto e servito.

Un paio di consigli: la temperatura ideale per sciogliere senza grumi un formaggio tipo pecorino romano semi-stagionato è tra 50°c e 70°C. Inoltre l’acqua di cottura della pasta contiene amido, che ritarda la formazione di grumi: quindi è bene lessare la pasta in poca acqua per una concentrazione maggiore di amido.

Un’ultima cosa: la pasta fresca cuoce in meno tempo rispetto a quella secca. Tenete a mente che i passaggi descritti qui sotto andranno svolti nel giro di qualche minuto. Buon divertimento e buon appetito! 🙂

 

ingredienti (per 2 persone)

  • 250 gr di pasta fresca (tonnarelli)
  • 100 gr di Pecorino Romano semi-stagionato
  • pepe nero

 

preparazione

1) grattugiare il pecorino in una ciotola

2) in una pentola portare a ebollizione circa 1,5 lt d’acqua salata, lessare la pasta e scolarla indietro di un paio di minuti rispetto alla cottura necessaria

3) in una padella versare un po’ d’acqua di cottura della pasta e aggiungere una generosa macinata di pepe

4) aggiungere in tre riprese un po’ di acqua di cottura della pasta sul formaggio e amalgamare con un frustino 

5) scolare la pasta e finire di cuocerla in padella con acqua e pepe

6) spegnere la fiamma, attendere circa 20 secondi e unire la cremina di pecorino; mescolare e servire con una spolverata di pecorino fresco e una macinata di pepe

 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.