Moyashi (germogli di soia) in salsa orientale

moyashi, giormogli di soia in salsa agrodolce

I germogli di soia, detti moyashi in giapponese, sono tra le verdure più comuni nella cucina orientale, soprattutto in quella giapponese e coreana.

Oltre ad essere molto diffusi, i germogli di soia, perlomeno in Giappone, sono estremamente economici: un etto costa circa l’equivalente di 10 centesimi di euro.

Cucinati in svariati modi, i germogli di soia accompagnano di solito piatti a base di carne o pesce. Ovviamente potete saltarli in padella con altre verdure, per portare a tavola dei piatti gustosi e colorati, oltre che salutari per l’organismo.

Giusto una curiosità: in Giappone i germogli di soia non si mangiano crudi, cosa che invece può capitare qui in Italia, magari come complemento di una bella insalata fusion. 

Questa ricetta è molto semplice, e praticamente perfetta come antipasto o contorno all’orientale. Sbollentiamo velocemente i germogli di soia. Prepariamo una salsa agrodolce con aceto e zucchero ed aggiungiamo un po’ di olio di semi di sesamo tostato. Condiamo il tutto con salsa di soia ed una manciata di semi di sesamo et voilà: avrete un piatto delizioso e profumato.




Ingredienti

  • 250 gr di germogli di soia
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 3 cucchiai di aceto di riso (in alternativa aceto di vino bianco)
  • 1 cucchiaio di olio di semi di sesamo tostati
  • una manciata di semi di sesamo

Preparazione

  1. lavate e lessate i germogli di soia in acqua bollente non salata per un paio di minuti
  2. scolateli per bene e conditeli con salsa di soia, aceto di riso e olio di semi di sesamo tostati
  3. guarnite con una manciata di semi di sesamo (per un tocco di colore, se li avete in casa, potete mischiare i bianchi ed i neri) e portate a tavola




Articoli consigliati