ricette e racconti di viaggio di una famiglia italo giapponese

alga hijiki con tofu fritto e carote

alga hijiki con tofu fritto e carote

I giapponesi mangiano spesso alghe. La varietà più conosciuta in Italia è l’alga wakame, usata come ingrediente della zuppa di miso. Più rara da queste parti è l’alga hijiki, ed ogni volta che l’ho cucinata per i nostri amici italiani, ha riscosso sempre un gran successo.

Hijiki è un tipo di alga scura che cresce sugli scogli del mare a bassa profondità. E’ molto ricca di minerali (soprattutto il calcio) e vitamina A, anche se è meglio non abbondare con le dosi e mangiarne in piccole quantità. Ad esempio può essere un ottimo accompagnamento per il riso giapponese. In vendita la si trova essiccata, quindi prima di cucinarla va fatta rinvenire in acqua per circa mezz’ora. Oggi cuciniamo l’alga hijiki con tofu fritto e carote: ho usato una varietà che si chiama “me-hijiki”, dal taglio più sottile.

 

me-hijiki

 

tofu fritto sottile (abura-aghe)

 

ingredienti (per 4 persone)

  • 25 gr di alga hijiki essiccata
  • 1 panetto sottile di tofu fritto (se lo trovate)
  • 1 carota
  • 150 ml di brodo dashi (preparazione del brodo)
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di zucchero
  • olio di sesamo

 

preparazione

  1. far rinvenire l’alga essiccata in acqua per circa 20 min
  2. tagliare la carota ed il tofu a listarelle sottili di circa 2-3 cm e tenere da parte separatamente
  3. sciacquare l’alga, scolarla e farla rosolare dolcemente in padella con olio di sesamo e la carota a listarelle per qualche minuto
  4. aggiungere il brodo dashi, il tofu a listarelle, la salsa di soia e lo zucchero e cuocere per circa 15 – 20 min mescolando ogni tanto






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.