peperonata

peperonata

La peperonata, dal profumo e sapore intensi, non è piatto per tutti. Complice anche una certa fama che il peperone ha, specie se mangiato in grosse quantità, di non essere facilmente digeribile.

Se però state leggendo questa ricetta, probabilmente fate parte di quella parte di popolazione che quando parla di peperoni, ha i cuoricini sugli occhi! 🙂

Di peperonate ce ne sono tante versioni, e spesso si tratta di varianti addirittura familiari. C’è chi usa il brodo, chi anche i peperoni verdi, chi la fa piccante, chi la preferisce stufata a lungo e così via…

Quella che segue è giusto la ricetta di casa nostra: sul classico andante in realtà. Solo peperoni rossi e gialli, un po’ di peperoncino dolce in polvere per dare colore, pomodori maturi (in estate).

Un consiglio: una cottura a fuoco dolce e per un tempo sufficiente (30-40 minuti almeno) farà fondere i sapori, rendendo la vostra peperonata più gustosa e profumata. Una sorta di stufato. Da lasciar riposare qualche minuto a fine cottura prima di portarla a tavola.

 





 

ingredienti (per 3-4 persone)

  • 3 peperoni (2 rossi, 1 giallo, circa 850 gr)
  • 1 cipolla dorata o bianca (circa 150 gr)
  • 3 pomodori maturi (circa 400 gr)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di peperoncino dolce in polvere (facoltativo)
  • origano
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale

 

preparazione

ペペロナータ peperonata
1) tritate grossolanamente la cipolla e lo spicchio d’aglio, e fateli rosolare dolcemente nell’olio per alcuni minuti

ペペロナータ peperonata
2) ora aggiungete i peperoni tagliati a pezzi di 3-5 centimetri. Salate leggermente e cuocete a fuoco dolce, e con coperchio, per circa 15 minuti. Mescolate di tanto in tanto e, solo se necessario, aggiungete un po’ d’acqua

ペペロナータ peperonata
3) infine aggiungete i pomodori maturi tagliati a cubetti, l’origano ed il peperoncino dolce in polvere (facoltativo, per un profumo più intenso). Regolate di sale e cuocete a fuoco dolce e con coperchio ulteriori 25-30 minuti. Mescolate di tanto in tanto e regolate il liquido di cottura in modo da avere a fine cottura la giusta densità: abbastanza liquido da poter fare la scarpetta con il pane, ma non troppo.