frittelle di castagne

frittelle di castagne

Mettete il piacere di un pomeriggio a casa e delle belle frittelle calde per merenda… 🙂

Le frittelle a base di farina di castagne sono diffuse in diverse parti d’Italia, da nord a sud. Chiaramente ne esistono varie versioni, alcune particolarmente semplici, altre più elaborate. Cambiando regione, le dosi stesse degli ingredienti possono essere anche molto diverse.

A Ferrara, in particolare, le chiamano “tamplun”, e sono tradizionalmente legate al periodo di Carnevale. Questa versione ferrarese è piuttosto ricca, perché solitamente la pastella è preparata con l’aggiunta di uova, uva sultanina, buccia di limone o arancia grattugiata.

La ricetta che segue è ispirata proprio alla tradizione ferrarese. Qui sotto trovate gli step per preparare questa semplice ma gustosa merenda.

Giusto un paio di consigli: la farina di castagne, essendo naturalmente dolce, scurisce facilmente e tende a bruciare velocemente. Quindi evitate di friggere a fuoco vivo. E poi, il tocco finale: una spolverata di zucchero a velo prima di servirle.

Mi raccomando però, le frittelle vanno mangiate calde, appena fatte. E’ quella la parte più bella! 🙂

 




ingredienti (circa 10-12 pezzi)

  • 160 gr di farina di castagne
  • 40 gr di farina di grano tenero tipo 00
  • 200 ml di acqua frizzante
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di uva sultanina
  • buccia (edibile) grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci
  • olio per friggere
  • zucchero a velo qb

 

preparazione

frittelle di castagne
1) in una ciotola mescolate le due farine con il lievito, unite gradualmente l’acqua frizzante evitando la formazione di grumi, ed infine aggiungete l’uovo sbattuto. Mescolate accuratamente ed unite l’uva sultanina, che avrete fatto rinvenire in acqua tiepida

frittelle di castagne
2) ora grattugiate la buccia di un limone non trattato e continuate a mescolare

frittelle di castagne
3) portate l’olio a temperatura e versate via via la pastella, aiutandovi con un cucchiaio da cucina. Non friggete a lungo, perché la farina di castagne tende a bruciare subito. Fate scolare su della carta assorbente e, prima di servirle, spolveratele con dello zucchero a velo