Torta di patate dolci

Torta di patate dolci

Le patate dolci sono relativamente poco conosciute in Italia, dove predominano a livello commerciale le varie tipologie di patate comuni. Tuttavia si possono trovare nei supermercati più forniti, e ovviamente nei mercati agricoli di alcune aree vocate alla sua coltivazione.

Eppure la patata dolce (anche detta batata o patata americana) ha un buon apporto di fibre, vitamine e sali minerali, che varia naturalmente a seconda della tipologia (a pasta bianca o rossa).

Contrariamente a quello che si può pensare, patate comuni e patate dolci appartengono a due famiglie botaniche diverse, sebbene in quanto a consistenza, sapore e modalità di utilizzo in cucina siano molto simili.

In questa ricetta abbiamo utilizzato una varietà di patate dolci a polpa chiara tipica di un’area del Veneto: Anguillara Veneta (PD), per esser precisi. Introdotta agli inizi del ‘900, la patata dolce ha trovato in quest’area condizioni ambientali ed un terreno favorevoli, che l’hanno portata ad essere tutelata e valorizzata come prodotto De.Co (denominazione comunale).

Con le dosi qui sotto si ottiene una torta decisamente rustica, piuttosto compatta (non usiamo lievito) ma molto aromatica. Ottima per una colazione energetica o come merenda sfiziosa.

torta di patate dolci
Patate dolci a pasta bianca: ottime per ricette dolci o salate

Ingredienti (teglia diametro 26cm)

  • 600 gr di patate dolci bianche
  • 4 uova
  • 100 ml di latte
  • 150 gr di burro
  • 100 br di zucchero di canna integrale
  • 3-4 cucchiai di farina
  • 1 mela
  • una manciata di uva sultanina
  • buccia grattugiata di 1 limone (non trattato)
  • cannella in polvere

Preparazione