ricette e racconti di viaggio di una famiglia italo giapponese

carciofi fritti

carciofi fritti

Tra le tante ricette a base di carciofi, questa è particolarmente azzeccata se avete in mente di preparare un antipasto sfizioso e saporito. Ottimo se accompagnato da un bel prosecco fresco.

Ecco qualche accortezza per la pulizia dei carciofi:

  • i carciofi contengono naturalmente una buona dose di ferro: una volta tagliati si ossidano facilmente e tendono a scurirsi. Usate dei guanti da cucina (per evitare dita e unghie annerite) ed immergeteli in una bacinella con acqua e qualche fetta di limone via via che li pulirete;
  • una volta tagliato il gambo e messo da parte, vanno rimosse le foglie più esterne e dure del carciofo. Dopo di ciò il carciofo va tagliato a spicchi non troppo grossi (4-6 per carciofo) e va rimossa la peluria nel cuore del carciofo, se questa risulta troppo folta e leggermente pungente;
  • i gambi, messi da parte all’inizio, vanno pelati della parte più esterna e tagliati a cubetti. Tenete a mente che la base del gambo tende ad essere più dura e fibrosa, quindi eliminatene una parte se necessario.




ingredienti (per 4 persone)

  • 4 carciofi con gambo
  • 150 gr di farina tipo “00”
  • 170 ml di acqua gassata
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • un pizzico di sale
  • olio per friggere

 

preparazione

1) In una ciotola preparare la pastella mescolando farina, acqua, sale e lievito; aggiungere i carciofi tagliati a spicchi e i gambi più teneri e mescolare

2) friggere in olio preriscaldato a 180°C finché gli spicchi non saranno dorati

3) scolare l’olio residuo su di un panno assorbente, salare e servire caldi

 






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.